Estorcono soldi per restituire smartphone smarrito, arresti

Due ragazzi stranieri sono stati arrestati dalla Polizia per estorsione dopo aver preteso da un giovane italiano la somma di 350 euro in due momenti in cambio del cellulare che aveva smarrito. Sono due richiedenti asilo, un cittadino pachistano, di 22 anni, e uno afgano, di 19, senza fissa dimora e già noti alle forze dell'ordine. Gli agenti della Squadra Mobile, coadiuvati dal personale della Polizia ferroviaria, li ha arrestati dopo aver visto lo scambio, nella zona di borgo stazione. I due estorsori si sono fatti consegnare il denaro portato dal giovane, 250 euro in contanti, poi gli hanno restituito il telefono. Fermati subito dopo lo scambio, sono stati condotti in carcere. La vittima si era rivolta nei giorni scorsi alla Questura di Udine in quanto, smarrito il cellulare, aveva ricevuto diverse chiamate da ragazzi stranieri che già conosceva e che lo avevano minacciato di rivendere il suo smartphone se non li avesse pagati. La vittima aveva dunque già consegnato a uno di loro la somma di 100 euro.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Povoletto

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...